Persone - 30.08.2018

San Giobbe si affida all’innovazione del Gruppo Pittini per preservare le tradizioni contadine

Oggi ci trasferiamo in un’azienda agricola nel cuore dei colli toscani, dove scopriremo il connubio tra tradizioni contadine e Gruppo Pittini.

Nell’incantevole scenario delle colline toscane, incastonato fra il verde della Valdichiana (Arezzo) e il suggestivo panorama della Val d’Orcia (Siena), sorge l’Azienda Agricola San Giobbe.

Molto legata al suo territorio, ricco di storia e tradizioni, l’Agricola San Giobbe, nata nel 2014, si occupa principalmente dell’allevamento e della vendita di carne di bovini di razza Chianina e di Limousine.       
Il proprietario è Luigi Brugnaro, l’attuale sindaco di Venezia, che battezza con il nome San Giobbe in omaggio alla zona del sestiere veneziano di Cannaregio, sede di uno dei più importanti macelli europei fin dalla prima metà del XIX, e che oggi ospita la Facoltà di Economia dell’Università Ca’ Foscari.

In tre anni la tenuta San Giobbe composta da circa 430 ettari di terreno, ha moltiplicato i capi del suo allevamento da appena venti ad oltre duecento bovini seguendo attentamente tutte le fasi di vita dei suoi animali: dalla riproduzione alla nascita, dallo svezzamento all’ingrasso, alla macellazione.
Per preservare e non contaminare l’intero allevamento, quest’azienda non acquista esternamente bovini e la loro nutrizione avviene solamente con ingredienti a km 0, ovvero il cosiddetto allevamento a ciclo chiuso”.

Risultato?
Carne di alta qualità controllata in ogni passaggio, impareggiabile dal punto di vista del gusto e delle proprietà nutrizionali.
Ma non solo… l’azienda agricola San Giobbe valorizza il ruolo del produttore, del lavoratore e del consumatore nel settore agroalimentare.

Nella costruzione del cantiere dell’Azienda Agricola San Giobbe, ha contribuito anche il Gruppo Pittini con la sua rete, che, oltre a ridurre i tempi di esecuzione dell’opera, garantisce l’affidabilità grazie all’utilizzo dell’acciaio antisismico.
Il nostro cliente Nalon, specializzato sempre più verso la commercializzazione di materiali edili da costruzione, ha fornito ben 1200 tonnellate di rete standard provenienti dallo stabilimento Ferriere Nord.

Se passate dalle parti di Siena, vi consigliamo di andare a visitare quest’azienda agricola da sempre attenta alle esigenze della sua terra e dei suoi animali.