Affidabilità | Innovazione - 23.05.2018

Cascina Merlata: un quartiere in brevi tempi grazie al Sistema Maplat!

L'innovativo social village Cascina Merlata progettato secondo avanzati principi di sostenibilità ambientale ha scelto il Sistema Maplat del Gruppo Pittini per la sua tempestiva realizzazione.

Milano, città grigia e vita frenetica… Eppure lo sapevate che c’è il primo quartiere immerso nel verde e ad emissioni zero?
Oggi vi raccontiamo del Quartiere Cascina Merlata e di come il Gruppo Pittini ha contribuito nella sua tempestiva realizzazione.

Situato a Nord-Ovest di Milano (tra la linea metropolitana 1, l’insediamento dell’Expo 2015 e il polo fieristico di Rho-Pero), il Quartiere Cascina Merlata è composto da 7 torri residenziali ed è stato progettato da EuroMilano nell’ambito del piano di riqualificazione dell’area.

I lavori di realizzazione del progetto sono iniziati a giugno 2013 e si sono conclusi a marzo 2015. Al termine dell’Expo 2015 accanto alle prime sette torri destinate al Villaggio Expo, sono stati realizzati altri 4 edifici per un totale di 293 alloggi.

Cascina Merlata rappresenta oggi il più grande insediamento di Social Housing in Italia ed è il primo quartiere ad emissioni zero. L’area interessata si estende su una superficie di circa 900 000 mq dove troviamo un grande parco urbano attraversato da percorsi ciclopedonali che portano fino al centro della città, un complesso scolastico, un centro commerciale e 690 innovative abitazioni di classe A suddivise in più lotti.

Questo progetto porta la firma anche del Gruppo Pittini!

L’esigenza di realizzare gli edifici in tempi ristretti hanno portato la direzione lavori ad utilizzare il Sistema Maplat® de La Veneta Reti, consociata del Gruppo Pittini.

Il Sistema Maplat® consente:

  • maggiore velocità di assemblaggio e semplificazione delle operazioni di posa delle armature in cantiere;
  • notevole risparmio dei tempi di impiego della manodopera adibita;
  • elevata precisione nella posa, con il passo dell’armatura garantito sempre conforme alle prescrizioni progettuali, con importanti riduzioni delle possibilità di errore in cantiere;
  • notevole risparmio nell’acciaio impiegato rispetto ai metodi tradizionali.

Il nuovo quartiere è un intervento a carattere prevalentemente residenziale, caratterizzato da un habitat metropolitano innovativo, progettato secondo avanzati principi della sostenibilità ambientale e che si estenderà su una superficie di oltre 520.000 mq. La Veneta Reti ha fornito in questo progetto 250 tonnellate di reti Maplat.